Università del Salento

Collegamenti ai contenuti della pagina:
unisalento-theme-il-contenuto-pagina
Il menu di navigazione
Motore di ricerca
Area Riservata
Accessibilità


 





unisalento-theme-contenuto-della-pagina [Inizio pagina]

News

  12.09.2014 - La Mostra dei vetri al teatro di Hierapolis

La Mostra dei vetri al teatro di Hierapolis

 

Dal 17 al 24 Agosto scorso, sul palcoscenico del teatro di Hierapolis, si è tenuta una mostra importante dedicata alle recenti scoperte del Ploutonion e della Porta degli Inferi. L’atelier KARMA, coordinato da Ömür e Fatih Duruerk, ha realizzato le opere in vetro ispirate al tema della Mostra. La musica di Mozart ha costituito, nei giorni dell’esposizione, la colonna sonora, creando un’atmosfera suggestiva all’interno del teatro antico. Alla cerimonia inaugurale, con larga partecipazione di pubblico, hanno partecipato il sindaco do Denizli, Osman Zolan, il Vali Abdülkadir Demir e il Ministro dell’Economia Nihat Zeybekçi. Il prof. Francesco D’Andria ha pronunciato il seguente discorso.

“Signore e signori,
Signor Vali di Denizli Vali, Abdülkadir Demir,
Signor Ministro Nihat Zeybekci,

Qualche giorno fa un’impalcatura  copriva la porta centrale della scena. I restauratori italiani quest’anno, grazie alla sponsorizzazione FIAT-Koç Vakfı, hanno pulito e consolidato i marmi. Oggi possibile ammirare i colori antichi dei marmi, caperti da muschi, polveri e dalle incrostazioni di calcare. Più di trent’anni fa sono arrivato a Hierapolis. Il teatro era un cumulo di terra e di tremila blocchi. Allora pensai che sarebbe stato un sogno restaurare la scena. Oggi quel sogno si è avverato.  Il teatro di Hierapolis è ora il più bello del Mediterraneo per la ricchezza della decorazione architettonica, delle sculture e per la lunga iscrizione di dedica. Per il restauro è un esempio della collaborazione scientifica tra Italia e Turchia.  I nostri architetti hanno elaborato il Progetto. Il Ministero della cultura Ertuğrul Günay ha inviato il finanziamento. Il Valilik di Denizli ha offerto il supporto organizzativo. Anche la mostra sui vetri è un esempio di collaborazione italo-turca. Da secoli a Venezia si lavora il vetro e già i sultani apprezzavano i capolavori dei maestri vetrai veneziani. La mostra prende spunto dalla scoperta, lo scorso anno, della Porta degli Inferi e del Ploutonion. Tutta la stampa internazionale ha parlato della statua di Cerbero e del Santuario di Plutone. La mitologia, dopo duemila anni ancora, accende la fantasia degli uomini. Quest’anno sono iniziati i lavori di restauro e di valorizzazione del Ploutonion. Gli scavi e i restauri di Hierapolis Kazısı hanno portato alla luce tre monumenti unici al mondo: il teatro, il Ploutonion e il santuario e la tomba di San Filippo, uno dei dodici apostoli di Gesù.  Si tratta di un tesoro inestimabile che testimonia la ricchezza della storia e della cultura della Turchia.  I lavori al teatro non sono terminati. C’è ancora molto da restaurare. Spero che la collaborazione tra Italia e Turchia continui nei prossimi anni e che il Ministero della Cultura continui a sostenere i nostri lavori.”

 

Didascalie:
 

Fig.1 Visita delle autorità al Ploutonion, prima della inaugurazione della Mostra.

Fig. 2 Il discorso del prof. Francesco D’Andria all’interno del teatro.